Il lago Riyue

Navigazione articolo

dal diario di Sascha
Siamo finalmente arrivati a Taichung, che non è solo la terza città più grande di Taiwan (con 2,6 milioni di abitanti) ma anche la casa di igus® Taiwan Ltd.

Partendo da Taichung esploreremo tutta l’isola, che è molto verde ed ha un clima sub-tropicale e tropicale. Questo significa una umidità alta, a volte altissima, che fa provare la strana sensazione di nuotare nell’aria (o almeno, a me sembra che sia così). Mentre scrivo questo post sto sudando moltissimo, grazie ai 30°C di temperatura e all’umidità dell’80%.
Nonostante non sia grandissima (circa 58 volte più piccola della Cina), l’isola offre una grande varietà di paesaggi. Nel corso del nostro viaggio percorreremo strade di montagna ad altitudini fino a 3000 metri, visiteremo parchi nazionali e spiagge tropicali, e potremo osservare cascate incredibili. E naturalmente nel frattempo incontreremo moltissimi nostri clienti che lavorano in diversi settori industriali.

Nei giorni scorsi abbiamo passato molto tempo ad organizzare il nostro viaggio e a sbrigare le varie pratiche burocratiche.

Ma abbiamo avuto anche modo di visitare alcuni luoghi interessanti di Taichung. Ad esempio uno dei trafficatissimi mercati notturni, che non vi dovreste perdere se venite a Taiwan.

In questo genere di mercati troverete un sacco di cibi diversi provenienti da tutta l’Asia, oltre ad alcune specialità locali, come ad esempio una torta di riso e sangue di maiale (non è il mio piatto preferito, devo dire, ma non è nemmeno così male come potevo pensare).

Anche a Taiwan il primo maggio è festa, e così ne abbiamo approfittato per fare un’escursione in giornata fino al lago Riyue (lago Sole Luna). Questo lago è il più grande di tutta Taiwan, ed è molto famoso anche all’estero: sono molti i turisti stranieri che lo visitano.

Il nome del lago deriva dal fatto che nella sua parte est assomiglia al Sole, mentre nella parte ovest la sua forma assomiglia a quella della Luna. Devo dire che più della forma del lago, ho apprezzato i colori sgargianti delle sue acque.

Anche la strada che conduce al lago è molto bella. Non appena si esce da Taichung il paesaggio si trasforma, diventando verdissimo. Si corre tra colline fitte di alberi per raggiungere la zona centrale dell’isola di Taiwan, fino ad arrivare ai piedi delle alte montagne che dividono in due il paese.

Dopo appena mezz’ora di viaggio, si ha la netta impressione di essere nel bel mezzo di una foresta pluviale.

Ad un certo punto, lungo la strada, incontriamo un cartello di attenzione: a quanto pare nella foresta si trovano serpenti velenosissimi e api killer giganti.

Gli abitanti di questa zona hanno tre principali fonti di reddito, tutte legate alla natura. Raccolgono le noci delle Palme di Betel, che hanno proprietà digestive, o il bambù che è facile trovare nella foresta, oppure coltivano il tè nero.

Una piantagione di tè nero vicino al lago Riyue

Ed ecco una sorpresa: l’impressione di essere lontanissimi dalla civiltà è interrotta da un magnifico tempio che sembra spuntare dal nulla.

Il tempio Kong Ming è stato costruito nel 1901 e ospita la più grande immagine di Kong Ming al mondo. Chi era Kong Ming? Un importante dignitario e il miglior stratega della sua epoca. Per darvi un’idea, in Cina e a Taiwan è considerato importante quanto Sun Tzu.

Per ora il mio racconto finisce qui, ma non vedo l’ora di esplorare quest’isola. Naturalmente vi terrò informati e vi mostrerò qualcosa di più della bellissima Taiwan.

Il vostro Sascha