catene portacavi – Oggi parleremo di catene T3 ideali per ambienti asettici

La catena portacavi T3 grazie alla particolare geometria del sistema ha ridotto al minimo l’effetto poligonale e raggruppa in questo segmento di catene portacavi diverse importanti caratteristiche: garantisce un funzionamento estremamente silenzioso (Certificato dal TUV), hanno dimensioni estremamente ridotte, sono di facile assemblaggio (fornite in strisce modulari composte da 8 maglie e non in maglie singole), e conseguentemente sono più economiche.
Queste caratteristiche danno una maggiore durata alla catena portacavi e viene consigliata da igus per ambienti asettici e trova largo impiego in applicazioni altamente dinamiche con velocità ed accelerazioni elevate.

Per maggiori informazioni vedi il sito www.igus.it

catene portacavi – cuscinetti e boccole: oggi parleremo di guide lineari

Le guide lineari sono strutture flessibili, di facile installazione, realizzate in alluminio anodizzato duro per i profili (per garantire il minimo attrito e la massima resistenza all’usura) ed esenti da lubrificazione che le rendono il sistema migliore per lo scorrimento e il rotolamento poiché insensibili allo sporco. Grazie alla loro pulizia sono il prodotto preassemblato perfetto per le applicazioni anche in ambienti puliti, igienici e nel settore alimentare. Non resterete insensibili alla silenziosità, all’elevata velocità e al costo particolarmente economico.

www.igus.it >>>più informazioni

catene portacavi – Oggi parleremo dei vantaggi dei cavi di comando

I cavi di comando per catene portacavi si dividono in cavi di comando in PVC, cavi di comando in PUR e cavi di comando in TPE. Sono cavi certificati in conformità alle diverse normative (Canadese, USA, Europea) in grado di resistere alla torsione, utilizzabili per alte velocità e accelerazioni, di tipo schermato e non schermato, adatti per ambienti e situazioni estreme resistendo ai raggi UV e alla fiamma o senza alogeni o resistenti a temperature molto alte o molto basse risolvendo e soddisfando le diverse richieste dei clienti.

catene portacavi

 

catene portacavi E2 serie R adatte in ambienti con trucioli e polvere

Le catene portacavi E2 serie R sono completamente chiuse ma con coperchi apribili e quindi di facile manutenzione. Sono catene tra le più collaudate e sono adatte per macchine legno, macchine tessili, impianti di zincatura e consigliate da igus® per ambienti con trucioli, polvere e sporcizia e dove è necessaria una protezione dinamica dei cavi anche ad alte velocità.

#catenaportacavi www.igus.it

catena portacavi – Modello E2/000 catena in plastica

Le catene passacavi E2/000 sono adatte per moltissime applicazioni, di facile manutenzione e montaggio, stabili, silenziose e robuste. L’alta resistenza di questa catena portacavi la rende adatta a tutti i contesti e in tutto il mondo le stanno usando in svariate applicazioni: aperte o chiuse, con separatore o traversino, apribile da sinistra o destra, adatta per robot manipolatori e per l’industria medicale.

#catenaportacavi www.igus.it

catena portacavi E2

Non solo catene portacavi, cuscinetti, cavi e boccole…

Lo stato della Carolina del Nord è conosciuto come “la capitale mondiale del mobile”.
Tutto iniziò nel 1890, quando aprirono sei mobilifici in North Carolina. La nostra vettura però, è stata capace di “scovare”, sulla strada per Richmond alcuni di questi mobili decisamente “fuori misura”. Avrà faticato molto a trovarli? Fateci conoscere cosa ne pensate.
www.igus.it.

Gli ultimi giorni a Taiwan

Il viaggio attraverso Taiwan è giunto al termine. Per due settimane ho potuto esplorare tutta l’isola, guidando per più di 2700km. Una delle cose che mi rimarranno più impresse, a parte i bellissimi paesaggi, è il gran numero di scooter che è possibile incontrare per strada: sono dappertutto! igus® aiuta ad aumentare la durata di una delle moto di piccola cilindrata più famose nel paese. AEON, un famoso produttore di motocicli, fa affidamento su di noi per le sospensioni posteriore e anteriore della valvola a farfalla.

Due boccole iglidur® assicurano il movimento fluido di questa valvola: oltre a riuscire a sostenere alte temperature, sono leggere ed economiche. Questo le rende un’alternativa perfetta alle boccole in metallo convenzionali.
Naturalmente l’uso delle nostre boccole in questo modo non è una novità: anche noi di iglidur® on tour, ad esempio, abbiamo deciso di usarle nella valvola a farfalla della nostra auto, con cui abbiamo già percorso 150000km superando condizioni difficili. E nell’industria dell’automotive le nostre boccole in plastica sono molto usate.

L’installazione delle boccole iglidur® nelle sospensioni aiuta ad ammortizzare i colpi che il terreno trasmette al mezzo. Se la forza applicata è troppo elevata, la sospensione modifica il suo angolo. Nella foto qui sotto le nostre boccole non sono visibili, essendo collocate all’interno. Le boccole che guidano la sospensione riescono a fronteggiare alti carichi di spigolo e colpi violenti.

Gli scooter sono davvero usatissimi, anchequando piove. Ma naturalmente è più facile e divertente usarli nelle giornate di sole. Scendendo verso sud il sole è sempre più presente. E mentre si viaggia lungo la costa in questa direzione, compaiono sempre più risaie.

Lungo la costa questi campi sono piccoli, ma addentrandosi un po’ verso le montagne diventano così grandi che si fatica a vederne la fine.

Il sud di Taiwan è molto amato dai turisti di Taiwan e della Cina.

Vi si trovano belle spiagge, ma molte sono affollatissime, e bisogna avere un po’ di pazienza per trovare il proprio posticino.

Kaohsiung è la più importante città portuale del Sud. iglidur® è utilizzabile in tutti gli ambiti, anche sulle navi. Ed è per questo che abbiamo partecipato con un nostro stand alla fiera della nautica che si tiene nella città.

Per una coincidenza, l’ultimo giorno della fiera era la Festa della mamma. Per questo al nostro stand c’era la possibilità di inviare una cartolina del nostro tour alla propria mamma. Anche il sindaco della città ne ha approfittato.

Durante il nostro viaggio non abbiamo visitato solo clienti, ma anche due asili. L’insegnante ha letto una storia sulla nostra auto arancione che sta girando il mondo. I bambini erano felici di vederla dal vivo, e ci hanno chiesto di fare un giro.

Piena di palloncini, ecco la nostra auto che arriva negli uffici di Taichung.

Le ultime due settimane sono state incredibili, ma ora è tempo di salutare Taiwan. Prossima fermata Giappone!
Vi terrò aggiornati,

il vostro Sascha

Il lago Riyue

dal diario di Sascha
Siamo finalmente arrivati a Taichung, che non è solo la terza città più grande di Taiwan (con 2,6 milioni di abitanti) ma anche la casa di igus® Taiwan Ltd.

Partendo da Taichung esploreremo tutta l’isola, che è molto verde ed ha un clima sub-tropicale e tropicale. Questo significa una umidità alta, a volte altissima, che fa provare la strana sensazione di nuotare nell’aria (o almeno, a me sembra che sia così). Mentre scrivo questo post sto sudando moltissimo, grazie ai 30°C di temperatura e all’umidità dell’80%.
Nonostante non sia grandissima (circa 58 volte più piccola della Cina), l’isola offre una grande varietà di paesaggi. Nel corso del nostro viaggio percorreremo strade di montagna ad altitudini fino a 3000 metri, visiteremo parchi nazionali e spiagge tropicali, e potremo osservare cascate incredibili. E naturalmente nel frattempo incontreremo moltissimi nostri clienti che lavorano in diversi settori industriali.

Nei giorni scorsi abbiamo passato molto tempo ad organizzare il nostro viaggio e a sbrigare le varie pratiche burocratiche.

Ma abbiamo avuto anche modo di visitare alcuni luoghi interessanti di Taichung. Ad esempio uno dei trafficatissimi mercati notturni, che non vi dovreste perdere se venite a Taiwan.

In questo genere di mercati troverete un sacco di cibi diversi provenienti da tutta l’Asia, oltre ad alcune specialità locali, come ad esempio una torta di riso e sangue di maiale (non è il mio piatto preferito, devo dire, ma non è nemmeno così male come potevo pensare).

Anche a Taiwan il primo maggio è festa, e così ne abbiamo approfittato per fare un’escursione in giornata fino al lago Riyue (lago Sole Luna). Questo lago è il più grande di tutta Taiwan, ed è molto famoso anche all’estero: sono molti i turisti stranieri che lo visitano.

Il nome del lago deriva dal fatto che nella sua parte est assomiglia al Sole, mentre nella parte ovest la sua forma assomiglia a quella della Luna. Devo dire che più della forma del lago, ho apprezzato i colori sgargianti delle sue acque.

Anche la strada che conduce al lago è molto bella. Non appena si esce da Taichung il paesaggio si trasforma, diventando verdissimo. Si corre tra colline fitte di alberi per raggiungere la zona centrale dell’isola di Taiwan, fino ad arrivare ai piedi delle alte montagne che dividono in due il paese.

Dopo appena mezz’ora di viaggio, si ha la netta impressione di essere nel bel mezzo di una foresta pluviale.

Ad un certo punto, lungo la strada, incontriamo un cartello di attenzione: a quanto pare nella foresta si trovano serpenti velenosissimi e api killer giganti.

Gli abitanti di questa zona hanno tre principali fonti di reddito, tutte legate alla natura. Raccolgono le noci delle Palme di Betel, che hanno proprietà digestive, o il bambù che è facile trovare nella foresta, oppure coltivano il tè nero.

Una piantagione di tè nero vicino al lago Riyue

Ed ecco una sorpresa: l’impressione di essere lontanissimi dalla civiltà è interrotta da un magnifico tempio che sembra spuntare dal nulla.

Il tempio Kong Ming è stato costruito nel 1901 e ospita la più grande immagine di Kong Ming al mondo. Chi era Kong Ming? Un importante dignitario e il miglior stratega della sua epoca. Per darvi un’idea, in Cina e a Taiwan è considerato importante quanto Sun Tzu.

Per ora il mio racconto finisce qui, ma non vedo l’ora di esplorare quest’isola. Naturalmente vi terrò informati e vi mostrerò qualcosa di più della bellissima Taiwan.

Il vostro Sascha