Intelligente ed economico – ReBel, il cobot igus per l’automazione – Blog igus ITA

Intelligente ed economico – ReBel, il cobot igus per l’automazione

Marie Olyve | December 7, 2022

Per sviluppare il ReBeL, igus ha sfruttato le sue conoscenze e le competenze maturate in ambito motion plastics: i polimeri igus fanno di questo robot, che pesa solo 8,2 chilogrammi, il più leggero nella sua categoria. Ogni singolo componente meccanico del robot viene sviluppato e prodotto in Germania, direttamente presso la sede centrale di Colonia, dove viene eseguito anche l’assemblaggio finale.
Il ReBeL ha un carico utile di 2 Kg e un raggio di azione di 664 mm, con ripetibilità di +/-1 millimetro, fino a sette prese al minuto.
Il fulcro di questo sistema è lo speciale riduttore per cobot, realizzato interamente in polimero.

Massima trasparenza sui dati di funzionamento del cobot igus grazie ai sensori smart plastics

Per sviluppare l’ultima generazione del robot di servizio ReBeL con funzione cobot, igus ha applicato tutta la sua expertise in materia motion plastics. Vale anche per l’elettronica di potenza in quanto, grazie a speciali tracce di plastica conduttiva, ha sviluppato un encoder con il quale viene rilevata l’esatta posizione degli assi. Temperatura, corrente, numero di rotazioni, cicli e sequenze possono essere misurati con il controller del motore installato direttamente nel riduttore.
Un sistema smart plastics consente di visualizzare tutti i dati generati in tempo reale, in un formato facilmente leggibile. Il cliente può scegliere se accedere ai dati tramite il cloud o via una rete locale. In questo modo, è possibile accedere, con assoluta trasparenza, ai dati di funzionamento dello smart ReBel, visualizzando indicatori chiave come il tempo di funzionamento, la temperatura dell’asse e i programmi attivi.

I vantaggi:

  • Incremento della disponibilità della macchina e della durata massima d’esercizio
  • Riduzione dei costi di manutenzione grazie alle segnalazioni predittive
  • Collegamento al pannello in locale o tramite rete esterna, collegamento al PLC e al monitor dell’impianto

Monitoraggio del settimo asse… grazie a drylin W e i.Cee

La tecnologia smart plastics è da tempo disponibile anche per i moduli lineari drylin sul settimo asse e consente di monitorare il dispositivo e programmare in anticipo eventuali interventi di manutenzione. Infatti, i moderni sensori per materie plastiche misurano l’usura dei cuscinetti, che sono resistenti allo sporco e alla polvere, e segnalano preventivamente all’utente il raggiungimento del limite di usura.

L’unità di misurazione e di trasmissione dati integrata nella piastra di supporto del carrello drylin permette di implementare svariate soluzioni 4.0. Essa comunica con il modulo intelligente i.Cee:plus grazie allo standard industriale LoRa. Il sistema può essere utilizzato per tutti i tipi di integrazione nelle reti dei clienti o altri progetti IoT. L’alimentazione a 24V CC dell’unità di misura integrata è garantita da una batteria LiPo, che può essere facilmente ricaricata tramite interfaccia USB. Questo assicura il monitoraggio delle condizioni 24 ore su 24. Infatti, collegandosi al modulo i.Cee:plus, è possibile implementare ulteriori funzioni come gli intervalli di manutenzione, le dashboard in tempo reale (online e offline) e i  messaggi di allarme istantanei via e-mail o SMS.

Andrea Fasan
📞 +39 335 1025302
📩 afasan@igus.net

Comment on this article

Please write a comment.

Your comment will be moderated by an admin before activation.




Article keywords:

Low Cost Automation smart plastics

Newsletter:

Choose a topic now